BULLISMO E CYBERBULLISMO

AZIONI DI PREVENZIONE CONTRO IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO


L’Istituto Comprensivo “D’Alessandro-Risorgimento” è quotidianamente impegnato a creare nelle
classi un clima di ascolto di sé e dell’altro, educando alla relazione e alla lotta contro qualunque
forma di discriminazione. In quest’ottica e, nel rispetto della legge del 29 Maggio 2017 n.71, si
inserisce l’azione costante di prevenzione e contrasto di ogni comportamento configurabile come
bullismo o cyberbullismo.
L’Istituto, pertanto, promuove iniziative di formazione e sensibilizzazione, attraverso una
progettualità che coinvolge tutta la comunità scolastica, si apre alle realtà associative e istituzionali
del territorio e mira alla costruzione un sistema di regole condivise, di comportamenti e di
atteggiamenti che aiutino a vivere bene con sé stessi e con gli altri. Particolare attenzione, dunque, è
rivolta all’uso consapevole della Rete e agli innumerevoli rischi cui i ragazzi sono esposti nella
navigazione in internet e alla necessità di utilizzo di sistemi di controllo da parte dei genitori.
In tal senso, l’adesione al Progetto Generazioni Connesse, coordinato dal MI, in partenariato col
Ministero dell’Interno – Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e
l’Adolescenza, costituisce un valido supporto alla conoscenza delle tematiche legate alla sicurezza
on line e all’integrazione delle tecnologie digitali nella didattica al fine di costruire nuovi ambienti
di apprendimento motivanti e stimolanti.
Per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo, l’Istituto nomina il
Referente bullismo e cyberbullismo, il Team Antibullismo e il Team per l’Emergenza.
Il Referente bullismo e cyberbullismo si occupa del coordinamento di tutte le attività educative
finalizzate alla prevenzione del fenomeno.
 Il Team Antibullismo e il Team per l’Emergenza agiscono nelle seguenti aree:
 della prevenzione e contrasto dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo;
 degli interventi educativi da attivare, anche in collaborazione con le famiglie, soggetti
interni ed esterni;
 della collaborazione con l’esterno;
 delle sanzioni disciplinari.

Pubblicata il 11-12-2021